news

NOTA ACF FIORENTINA

21 dicembre 2021

ACF Fiorentina ha avuto modo già in diverse occasioni di segnalare pubblicamente e nelle sedi competenti l’attuale delicata situazione economica e finanziaria del calcio italiano e il necessario rispetto delle regole, chiare ed uguali per tutti.
 
Ci auguriamo che le ultime inchieste giornalistiche e delle Autorità preposte, possano contribuire ad analizzare al meglio lo stato di salute delle Società, per intervenire in tempi rapidi ed efficaci nel rispetto sia di chi segue le regole ma soprattutto dei tifosi, che devono avere la garanzia di assistere a una competizione paritetica che non lascia dubbi o cattive interpretazioni.

In virtù del massimo rispetto che la Società nutre verso il lavoro svolto e l’autonomia di tutti gli Organi preposti a fare i dovuti controlli, ACF Fiorentina auspica che vi sia maggiore condivisione sull’individuare norme precise e vincolanti che, come tali, non possano poi derogarsi nel corso della stagione sportiva. È infatti anche su questa certezza delle regole che si determina e garantisce l’equilibrio competitivo.

Desideriamo ricordare che l’attuale Proprietà del Presidente Rocco Commisso ha investito importanti risorse nel sistema calcio italiano, sia per l’acquisizione del Club, sia per la costruzione di un’infrastruttura avveniristica come il futuro Viola Park, sia per ripianare le considerevoli perdite operative di cassa sostenute da ACF nei precedenti 2 anni e mezzo, tutti investimenti fatti senza esporsi in maniera debitoria verso nessun Istituto.

Infatti sono 314 in 30 mesi, nonostante il drammatico perdurare del Covid che ha devastato non solo il calcio ma tutto il mondo, i milioni di euro investiti direttamente da Rocco Commisso, inclusa la sponsorizzazione di Mediacom.

Un investimento privato che si può certamente inquadrare come uno tra quelli più importanti fatti nel calcio italiano fino ad oggi.

Siamo ormai alle porte della sessione invernale del calcio mercato e sarebbe, dunque, auspicabile che sia manifesto e chiaro a tutti l’Indice di Liquidità delle Società onde accertare, quali e come i Club possanno operare durante la prossima campagna trasferimenti secondo quanto previsto dalle norme applicabili.

A tale proposito ACF Fiorentina rende noti i propri indici di liquidità degli ultimi 2 anni:
Marzo 2020 Fiorentina 0,80 (0,70 valore minimo richiesto)
Settembre 2020 Fiorentina 0,80 (0,80 valore minimo richiesto) 
Marzo 2021 Fiorentina 0,89 (originale 0,80 valore mimino richiesto; cambiato dalla FIGC a 0,60  Giugno 9, 2021) 
Settembre 2021 Fiorentina 1,37 (0,60 valore minimo richiesto).

Allo stesso tempo sarebbe ugualmente importante conoscere informazioni inerenti la regolarità dei pagamenti degli stipendi dei giocatori e degli altri collaboratori aziendali, nonché circa gli adempimenti di natura fiscale e contributiva, situazioni dove la Fiorentina è sempre stata in regola.


Auspichiamo vi sia la massima e tempestiva collaborazione da parte di tutte le altre Società e delle Istituzioni preposte nel rendere note queste informazioni per un calcio sempre più trasparente e rispettoso delle regole.

ACF Fiorentina



ACF Fiorentina statement

ACF Fiorentina has on numerous occasions pointed out – both publicly and to the appropriate institutions – the delicate economic and financial situation Italian football currently finds itself in and the need for clear rules that are the same for everyone.

We hope that the latest reports by the media and the relevant authorities can help to provide a clearer picture of how well clubs are operating financially, so that quick, effective action can be taken out of respect for those who follow the rules and above all the fans, who have the right to watch a fair competition in which there can be no doubts or misinterpretations.

While ACF Fiorentina has the greatest respect for the work and the independence of all the bodies tasked with carrying out the necessary checks, we hope there can be more sharing in identifying clear, binding rules to which no exceptions are made during the season. After all, having consistent rules is one of the factors that determines and ensures fair competition.

We would like to note that the current owner of ACF Fiorentina, president Rocco Commisso, has made significant investment in Italian football – buying the club, building avant-garde facilities like Viola Park and covering the considerable operating losses sustained in the previous two and a half years – and has done all of this without borrowing money from banks.

In 30 months, despite the dramatic effects of Covid on football and the world in general, Rocco Commisso has spent €314 million, including the sponsorship of Mediacom. 

This is without doubt one of the biggest private investments made in Italian football to date.

With the January transfer window just around the corner, it would be desirable for clubs' liquidity ratios to be made clear to all, so as to determine how clubs can operate in the transfer market in accordance with the applicable rules.

ACF Fiorentina can hereby confirm its own liquidity ratios for the last two years:

March 2020 Fiorentina 0.80 (0.70 minimum requirement)
September 2020 Fiorentina 0.80 (0.80 minimum requirement)
March 2021 Fiorentina 0.89 (0.80 original minimum requirement, changed by FIGC to 0.60 on 9 June 2021)
September 2021 Fiorentina 1.37 (0.60 minimum requirement)

It would also be useful to know whether the wages of players and other club employees have been paid regularly, and tax and social security obligations met, as Fiorentina has always done. 

We hope that all other clubs and relevant institutions will collaborate fully and quickly to provide this information so that football can become more transparent and rule-abiding.

ACF Fiorentina

Our partners